Regione Veneto

Comune di Sarego
Portale istituzionale

Seguici su

Atmosfera - Confermati fino al 30 aprile 2022 i provvedimenti per il contenimento delle polveri sottili.

Pubblicata il 21/12/2021
Dal 21/12/2021 al 30/04/2022

Anche per il periodo 1 gennaio - 30 aprile 2022 saranno mantenute òe limitazioni stabilite dall'Ordinanza Sindacale n. 16/33 del 30 settembre 2021 (limitazione del traffico veicolare, limitazioni termiche, combustioni all'aperto e spandimenti zootecnici)  con lo scopo di contenere la dispersione in atmosfera delle polveri sottili durante il periodo invernale 2021-2022. 
Il 1 gennaio 2022 entrerà infatti in vigore l'ordinanza n. 19/39 del 16 dicembre 2022.

(in allegato copia dell'Ordinanza).

I provvedimenti, che contengono alcune importanti novità rispetto agli anni passati, sono emanati in esecuzione della delibera della Giunta Regionale del Veneto n. 238/2021, integrata dalla DGRV 1089/2021, e dall'Accordo di Programma del Bacino Padano per il miglioramento della qualità dell'aria.
Le misure da applicare nel Comune di Sarego sono particolarmente restrittive in quanto il Comune è stato inserito nella zona definita Agglomerato Vicenza.

Le limitazioni relative al traffico veicolare entreranno in vigore solamente dopo l'installazione nelle zone interessate di apposita segnalatica.

I LIVELLI DI ALLERTA

Nei periodi in cui sono in vigore le ordinanze è prevista l’adozione di due livelli di allerta da applicarsi in caso di superamento prolungato del valore limite giornaliero per il PM10, fissato a 50 microgrammi/metro cubo, da non superare per più di 35 giorni l'anno.
 
I due livelli di allerta comportano l'applicazione di misure aggiuntive rispetto a quelle base (livello verde), in particolare nei settori della circolazione veicolare e degli impianti di riscaldamento a biomassa legnosa.
 
L’attivazione dei livelli di allerta è comunicata da ARPAV attraverso un bollettino sulla base di nuove modalità di valutazione delle concentrazioni di polveri sottili. 
 
 - A differenza dello scorso inverno, nel semestre invernale 2021-2022 il bollettino è emesso il lunedì, mercoledì e venerdì (giorni di controllo),  considerando: i superamenti consecutivi del valore limite giornaliero del PM10 misurati fino al giorno precedente nella stazione fissa di monitoraggio della qualità dell'aria situata a Quartiere Italia - Comune di Vicenza, riferimento per l'agglomerato di Vicenza.

i dati stimati attraverso un modello previsionale per il giorno in corso e i due successivi.  
🟠 Livello allerta 1 - ARANCIO
Si attua con 4 giorni consecutivi di superamento del valore limite giornaliero del PM10 (50 µg/m3 da non superare per più di 35 giorni l'anno) misurato e previsto
  
🔴 Livello allerta 2 - ROSSO 
Si attua con 10 giorni consecutivi di superamento del valore limite giornaliero del PM10 (50 µg/m3 da non superare per più di 35 giorni l'anno) misurato e previsto.
 
 ➡️ Le misure temporanee si attivano il giorno successivo a quello di controllo e restano in vigore fino al giorno di controllo successivo; per il rientro al livello verde sono necessari almeno 2 giorni consecutivi di rispetto del valore limite giornaliero misurati e previsti.

CIRCOLAZIONE LIMITATA PER I VEICOLI PIU' INQUINANTI

Attenzione: fino a quando è in vigore lo stato di emergenza per contagio da Covid-19 (attualmente previsto fino al 31/12/2021), il blocco dei veicoli Euro 4 a gasolio, con il livello di allerta VERDE, non viene applicato.


L'Ordinanza nn. 16/33 del 30 settembre 2021 fissa i termini relativi al divieto di circolazione per i veicoli più inquinanti in alcune zone del territorio comunale e amplia le misure restrittive nei casi di allerta (livello arancione e rosso) fino al 31 dicembre 2021.

Mezzi destinatari del divieto
Benzina .........................   euro 0 - euro 1 privati e commerciali
Gasolio  .........................   euro 0 - euro 1 - euro 2 - euro 3 privati e commerciali (e non adibiti a servizi e trasporto pubblico)
Moto/ciclomotori ............   euro 0 
 
Periodo di limitazione 
dal 1° ottobre al 31 dicembre 2021
escluse giornate festive infrasettimanali

Giorni e orari
le limitazioni alla circolazione si applicano dal lunedì al venerdì 
dalle ore 8.30 alle ore 18.30

Deroghe: VEDERE ORDINANZA IN ALLEGATO

Ulteriori misure emergenziali per i livelli di allerta 1 e 2

Attenzione: fino a quando è in vigore lo stato di emergenza per contagio da Covid-19 (attualmente previsto fino al 31/12/2021), il blocco dei veicoli Euro 4 a gasolio, con il livello di allerta VERDE, non viene applicato.

 Livello 1 - arancio - Livello di allerta 1 - arancio

Attivato dopo 4 giorni consecutivi di superamento del valore limite giornaliero di PM10 di 50 microgrammi/m3 misurato e previsto, sulla base della verifica effettuata il lunedì, mercoledì e venerdì (giorni di controllo).
A partire dal giorno successivo a quello di controllo e fino al giorno di controllo successivo.

Prevede il divieto di circolazione:
 
Mezzi destinatari del divieto
Benzina: euro 0 - euro 1 - euro 2 privati (categoria M) e commerciali (categoria N)
Gasolio privati (categoria M): euro 0 - euro 1 - euro 2 - euro 3 - euro 4 ed euro 5
Gasolio commerciali (categoria N): euro 0 - euro1- euro 2 - euro 3 - euro 4
Moto/ciclomotori (categoria L): euro 0 - euro 1

Giorni e orari
Nei periodi 1 ottobre - 15 dicembre 2021 e 7 gennaio - 30 aprile 2022
tutti i giorni della settimana, inclusi sabato, domenica
e giornate festive infrasettimanali,
dalle ore 8.30 alle ore 18.30

Prevede invece il divieto di utilizzare di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo), aventi prestazioni energetiche ed emissive pari alle classi 1-2-3 stelle

Livello 2 - rosso - Livello di allerta 2 - rosso 

Attivato dopo 10 giorni consecutivi di superamento del valore limite giornaliero di PM10 di 50 microgrammi/m3 misurato e previsto, sulla base della verifica effettuata il lunedì, mercoledì e venerdì (giorni di controllo).
A partire dal giorno successivo a quello di controllo e fino al giorno di controllo successivo.

Prevede il divieto di circolazione: 

Mezzi destinatari del divieto
Benzina: euro 0 - euro 1 - euro 2  privati (categoria M) e commerciali (categoria N)
Gasolio privati (categoria M): euro 0 - euro 1 - euro 2 - euro 3 - euro 4 - euro 5
Gasolio commerciali (categoria N): euro 0 - euro 1 - euro 2 - euro 3 - euro 4 - euro  5 (solo dalle ore 8.30 alle 12.30) 
Moto/ciclomotori (categoria L): euro 0 - euro 1


Giorni e orari
Nei periodi 1 ottobre - 31 dicembre 2021
tutti i giorni della settimana, inclusi sabato, domenica
e giornate festive infrasettimanali,
dalle ore 8.30 alle ore 18.30

Prevede anche, nel periodo dal 1 ottobre 2021 al 30 aprile 2022, il divieto di utilizzare generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo), aventi prestazioni energetiche ed emissive venti  pari alle classi 1-2-3 stelle


Limitazioni nell'utilizzo di impianti di riscaldamento a biomassa legnosa, combustioni all'aperto e spandimento liquami zootecnici

Limitazioni per gli impianti di riscaldamento alimentati a biomassa legnosa, per le combustioni all'aperto e per lo spandimento di liquami zootecnici validi fino al 30 aprile 2022. 

➡️ Divieto di utilizzare generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa - legna cippato pellet - (in presenza di impianto di riscaldamento domestico alternativo) con una classe di prestazione emissiva pari alle classi 1 e due stelle.

➡️ Divieto di effettuare combustioni all’aperto di materiale vegetale, anche se effettuate nel luogo di produzione, al fine di reimpiegare i residui come sostanza concimante o ammendante, fatte salve le necessità di combustione finalizzate alla tutela sanitaria di particolari specie vegetali. 


➡️ Obbligo di utilizzare generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo), aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle in base alla classificazione ambientale introdotta con DM 186/2017.

Livelli di allerta e misure temporanee a carattere emergenziale 

- In caso di superamento prolungato del valore limite giornaliero per il PM10, fissato a 50 microgrammi/metrocubo, è prevista l'attivazione di misure temporanee ulteriori a carattere emergenziale di limitazione nell'utilizzo degli impianti. 
- Le misure temporanee si attiveranno il giorno successivo a quello di controllo  e resteranno in vigore fino al giorno di controllo successivo.

Livello 1 - arancio - Livello allerta 1 - COLORE ARANCIO

- Si attiva dopo 4 giorni consecutivi di superamento nella stazione di riferimento del valore limite giornaliero misurato e previsto di PM10 pari a 50 microgrammi/metro3, sulla base della verifica effettuata  il lunedì, il mercoledì e il venerdì (giorni di controllo) da ARPAV. 

Prevede:
- divieto di utilizzare di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo), aventi prestazioni energetiche ed emissive pari alle classi 1 - 2 - 3 stelle (in base alla classificazione ambientale introdotta con D.M. n. 186/2017);

- divieto di spandimento di liquami zootecnici fino al 30 aprile 2022, fatti salvi gli spandimenti mediante iniezione o con interramento immediato.

Livello 2 - rosso  Livello allerta 2 - COLORE ROSSO

- Si attiva dopo 10 giorni consecutivi di superamento nella stazione di riferimento del valore limite giornaliero misurato e previsto di PM10 pari a 50 microgrammi/metro3, sulla base della verifica effettuata  il lunedì, il mercoledì e il venerdì (giorni di controllo) da ARPAV.   

Prevede: 
- divieto di utilizzare di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo), aventi prestazioni energetiche ed emissivepari alle classi 1 - 2 - 3 stelle (in base alla classificazione ambientale introdotta con D.M. n. 186/2017);
divieto di spandimento di liquami zootecnici fino al 30 aprile 2022, fatti salvi gli spandimenti mediante iniezione o con interramento immediato.

 L'attivazione dei livelli di allerta sarà comunicata da ARPAV, sulla base delle concentrazioni di inquinanti rilevate nella stazione fissa di monitoraggio della qualità dell'aria situata al Quartiere Italia - Comune di Vicenza, riferimento per l'agglomerato di Vicenza, considerando: 
- i superamenti consecutivi del valore limite giornaliero del PM10 misurati fino al giorno precedente; 
- i dati stimati attraverso un modello previsionale per il giorno in corso e i due successivi. 

 Qui è possibile consultare il bollettino dei livelli di allerta PM10 di Arpav

Settore Ambiente e Protezione Civile
 

Allegati

Nome Dimensione
Allegato OrdinanzaSindacale19_39_2021.pdf 810.55 KB
Allegato AllegatoOrdinanza19_39_2021.pdf 1.62 MB


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto