Regione Veneto

Comune di Sarego
Portale istituzionale

Seguici su

TASSA SUI RIFIUTI, BOCCATA DI OSSIGENO PER LE IMPRESE

Pubblicata il 30/11/2021

Con delibera di Consiglio Comunale stanziati oltre 37.000 euro di ulteriori agevolazioni TARI, a copertura della parte variabile delle bollette rifiuti delle attività economiche penalizzate dalla pandemia.

Dall’Amministrazione comunale di Sarego arriva una nuova boccata di ossigeno per le imprese e le altre attività economiche penalizzate dall’emergenza Covid 19, in questo periodo ancora gravato dalle incognite della pandemia. Nel Consiglio Comunale dello scorso 11 novembre è stata infatti approvata una delibera che sancisce ulteriori agevolazioni per il pagamento della TARI, relativamente alle utenze non domestiche.

Le categorie dei beneficiari delle agevolazioni comprendono le più diverse tipologie di attività, dai negozi alle attività artigianali e dai bar e ristoranti alle strutture turistico-ricettive. Nella delibera approvata a novembre - che aggiorna un precedente provvedimento sempre in materia di agevolazioni per la tassa sui rifiuti deliberato in Consiglio Comunale lo scorso 29 aprile - l’elenco delle utenze beneficiarie si allarga anche ad altre attività come ad esempio gli studi professionali, gli uffici, le agenzie e altre attività artigianali tipo botteghe o di produzione di beni specifici.

Con questo ultimo provvedimento consiliare l’Amministrazione comunale, a seguito dell’assegnazione da parte dello Stato dei Fondi Covid 2021 da destinare alle agevolazioni TARI per le utenze non domestiche pari a 37.374,16 euro, ha quindi deliberato l’impegno di utilizzare la somma a copertura della parte variabile della tassa rifiuti per le attività economiche destinatarie della misura.

Il nuovo stanziamento si aggiunge agli 11.637 euro di agevolazioni TARI già stanziati dalla delibera di consiglio dello scorso aprile e in questo modo la parte variabile della bolletta rifiuti delle utenze non domestiche interessate viene di fatto azzerata. Tale contributo, erogato sotto forma di agevolazione fiscale, non potrà comunque essere superiore al 100% della parte variabile della tariffa dovuta a titolo di TARI 2021 e sarà quantificato proporzionalmente nei limiti della disponibilità economica del Comune. “È un importante provvedimento di sostegno che abbiamo voluto dare alle aziende e a tutte le altre attività del territorio in un periodo come questo in cui si stanno faticosamente recuperando le perdite subite durante il lockdown dello scorso anno - dichiara il Sindaco Roberto Castiglion -. Riteniamo giusto rafforzare la ripresa delle attività con un aiuto economico come questo.”


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto